Italy | Land Portal

Library

Organizations

La Coldiretti con un milione e mezzo di associati è la principale Organizzazione degli imprenditori agricoli a livello nazionale ed europeo. 
Dal 2013 presieduta da Roberto Moncalvo la cui elezione e’ coerente con il processo di rinnovamento della classe dirigente sul territorio.

Donne in Campo-Cia è la principale Associazione italiana di imprenditrici e donne dell’agricoltura, riconosciuta ed apprezzata nel territorio italiano, presso le Istituzioni nazionali, europee ed internazionali ma soprattutto tra i cittadini che conoscono i mercati Donne in Campo con le loro eccellenze del gusto e tante altre iniziative innovative. 

The Italian Association for Organic Farming (AIAB) is a non-profit association that was officially established in 1988. It brings together farmers, practitioners, experts, researchers and consumers and is organized in regional chapters (18) coordinated by a Federal Office located in Rome. AIAB promotes organic farming to producers and consumers as a model of rural development and, together with local administrations, supports the development of services to producers and consumers of organic products.

Mediterranea University of Reggio Calabria logo

Mediterranea University of Reggio Calabria (Italian: Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria), also referred to as Mediterranea University or University of Reggio Calabria, or simply UNIRC, is an Italian public research university, located in Reggio Calabria, Italy.

SISEF_logo.jpg

The Italian Society of Silviculture and Forest Ecology (Italian: Società Italiana di Selvicoltura ed Ecologia Forestale, or SISEF), established in 1995, is a non-profit cultural association promoting the diffusion of scientific forest culture in Italy, and all over the world.

Mission

SISEF mission is to promote researches on:

Territorio Italia logo

Territorio Italia - Governo del territorio, catasto, mercato immobiliare è una rivista scientifica open access peer-reviewed, edita dall'Agenzia delle Entrate, che intende porsi come ponte tra la ricerca scientifica, che si svolge nel mondo universitario, e la Pubblica Amministrazione, che ha un ruolo di fondamentale importanza nel processo di ammodernamento del Paese.

No TAV è un movimento di protesta italiano sorto nei primi anni novanta del XX secolo, nel quale si riconoscono gruppi di cittadini accomunati dalla critica alla realizzazione di infrastrutture per l'alta capacità e l'alta velocità ferroviaria (comunemente note come TAV, "Treno ad Alta Velocità"),[1] prese come simbolo ed esempio di una gestione ritenuta inadeguata dei beni comuni, della spesa pubblica, del territorio e della politica.